Richiedi Informazioni





Tossina Botulinica

La tossina botulinica di tipo A viene utilizzata in medicina estetica sotto forma di farmaco per il trattamento degli inestetismi cutanei.

Iniettata in precisi muscoli causa un blocco colinergico, ovvero il blocco del rilascio di acetilcolina, sostanza che trasmette l’impulso nervoso ai muscoli.

Quindi se iniettata nei muscoli mimici del viso provoca una riduzione dell’attività contrattile attenuando così le rughe, espressione del lavoro muscolare sottostante.

Informazioni per il paziente

Quando si utilizza

Il trattamento è estremamente sicuro, la quantità di tossina necessaria per ottenere il risultato desiderato è assolutamente tollerabile dall’organismo e non presenta controindicazioni in soggetti sani. Bene comunque è eseguire un’accurata anamnesi del paziente per ricercare eventuale patologie, come neuropatie o miastenie, che potrebbero essere motivo di esclusione dal trattamento

Dopo il Trattamento

Dopo un trattamento di botulino, il viso acquisisce un aspetto rilassato e giovanile che dura per mesi.

L’effetto inizia a presentarsi dopo 3-4 giorni dal trattamento e si consolida dopo 10-15 giorni. La durata è variabile dalla dose somministrata e dal soggetto interessato, varia dai 3 a 5 mesi.

Possibili complicanze

L’utilizzo della tossina botulinica è ormai consolidato da molti anni in diversi campi per cure oculistiche, per il torcicollo spastico, per l’emicrania, per l’iperattività della vescica ed infine nella medicina estetica.

Un ulteriore ed efficacissimo risultato la tossina botulinica lo da nel trattamento dell’iperidrosi, ovvero nella sudorazione eccessiva di mani, ascelle e piedi. Con una sola seduta si elimina praticamente del tutto quel gravoso fastidio che per molte persone è motivo di imbarazzo e di disagio.

Durata del trattamento

La durata del trattamento è di circa 30 minuti, praticamente indolore. A seduta finita si possono riprendere le normali attività quotidiane, evitando magari per le prime ore di eseguire sforzi o particolari attività fisiche che richiedano un dispendio energetico eccessivo.

Un trattamento con la tossina botulinica può essere associato all’utilizzo di acido ialuronico. Mentre la prima, come detto, attenua le rughe distendendole, il secondo le riduce riempendole, pertanto i due farmaci possono essere complementari l’uno all’altro.